Mený principale
 Notizie
 Grafica
 Forum
 Links
 Retro Trailer
 Recensioni
 Modelli Amiga
 Storia Amiga
 Lista Utenti
 Contatti
Ricerca Google

Login

Nick


Password


                                                                                   
14 Aprile 2017 Postato da: Seiya
La produttività Amiga nella storia.
Questo thread riprende una discussione nata da un altra parte, ma che stava andando OT.

@Carlo
Citazione
un po' come fai tu che non riconosci mai i meriti di AMiGA


perchè io sono realista, obiettivo e neutrale. sempre stato così. anche quando usavo l'Amiga.

Tu quando c'è Amiga di mezzo perdi tutta l'obiettività e la neutralità che dovreste mostrare.

il link che ti ho fornito è la spiegazione del video fatta da Obligement.
Dal sito può leggere tutto quello che nel video devi ascoltare, parola per parola.
Hanno in pratica tradotto il video.

Citazione
peccato che la Commodore sia fallita altrimenti ogggi PC e MAC sarebbero stati annientati, se nei primi anni '90 AMiGA OS era 10 anni avanti a tutti oggi sarebbero stati 30 di anni avant


Anche questo è ampiamente spiegato su youtube (Computer Cronicles).
I PC nel 1983 avevano addirittura il sintonizzatore vocale, il Say dell'Amiga

->Continua<-

Commenti: 80  Aggiungi - Pagine: 1-2-3-4


Pagine: -1-2- [3] -4-

Pegasus RyuSei Ken

Post inviati: 7341

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.16.121.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.133 Safari/537.36
Commento 41
Seiya 18 Aprile 2017    01:01:48
L'Amiga l'hanno incominciato a vedere più produttivo quando sono arrivati il 68030, 040, e 060.
Non a casa la NASA si è accorta dell'Amiga solo con l'A4000/40. Prima non lo consideravano nemmeno negli incubi.

Pegasus RyuSei Ken

Post inviati: 7341

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.16.121.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.133 Safari/537.36
Commento 42 in risposta al 40 di carlo
Seiya 18 Aprile 2017    01:14:03
Citazione

a questo punto mi viene il dubbio che tu lo sia veramente..


probabilmente si

Citazione
Guru che parlano sull'articolo probabilmente erano stati provocati da qualche incompetente magari dopo qualche aggiornamento o sostituzione di qualche libreria o file di sistema, i GURU non vengono da soli.



e tu sicuramente sei rimasto un fanboy.
Neghi l'evidenza.

Commento modificato il 18/04/2017 alle ore 01:33:52

Pegasus RyuSei Ken

Post inviati: 7341

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.16.121.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.133 Safari/537.36
Commento 43
Seiya 18 Aprile 2017    01:31:28
Babylon 5 "è stato fatto su Amiga"
Niente di di più errato.

Amiga è stato usata solo per renderizzare le visuali eterne nella puntata pilota e basta.
E' uscita subito di scena sostituta dai 12 PC, 5 Dec-Alpha e 3 Macintosh.

fonte

Post inviati: 104

Visulizza profilo Messaggio Personale
70.239.149.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.133 Safari/537.36
Commento 44 in risposta al 43 di Seiya
saimon69 18 Aprile 2017    01:48:26
Citazione

Babylon 5 "è stato fatto su Amiga"
Niente di di più errato.

Amiga è stato usata solo per renderizzare le visuali eterne nella puntata pilota e basta.
E' uscita subito di scena sostituta dai 12 PC, 5 Dec-Alpha e 3 Macintosh.

fonte




Intanto i modelli non li han buttati via: quelli creati nell'episodio pilota e prima stagione sono stati sicuramente riutilizzati per quanto possibile, visto che il formato file .lwo e .lws sono (erano?) molto flessibili (al livello di essere un file di testo con coordinate) quindi alla peggio una editatina qui e la'; nessuno pero' cita altri programmi dei tempi: Seaquest DSV (mai visto nei nostri lidi), che era fatto essenzialmente in screamernet, alcuni episodi di X-Files e la serie di Robocop (dove sicuramente il toaster e' stato usato nel pilota anche se limitatamente alla sezione news e false trasmissioni video); sui lidi europei abbiamo diversi studi di animazione britannici che usavano amiga+PAR per assemblare one step motion (Wallace e Gromit ad esempio)

Commento modificato il 18/04/2017 alle ore 01:51:20


-------------------------------------------------- --------

http://scarabocchibinari.ilcannocchiale.it - mio blog online

http://binarydoodles.wordpress.com - blog in inglese

carlo

Post inviati: 9720

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.26.250.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; rv:52.0) Gecko/20100101 Firefox/52.0
Commento 45 in risposta al 43 di Seiya
carlo 18 Aprile 2017    01:56:02
Citazione

Babylon 5 "è stato fatto su Amiga"
Niente di di più errato.

Ti dirò di più per il rendering e per creare effetti visivi per Babylon 5 hanno usato nientepopodimeno che 16 vetusti Amiga 2000, già questo ti fa capire come erano messi male gli altri oltre che essere più costosi, poi come detto non fare confronti dopo il '93 perchè non avrebbero alcun senso.

Galeria3d Babylon5

Best Ending For Babylon 5 - Effetti AMiGA

Commento modificato il 18/04/2017 alle ore 02:07:40


Dove l'ho sentita : plagimusicali.net

Aros-exec.org - IcarOS Desktop - AspireOS - AROS Broadway - Eab.Abime - Wintricks.it

I miei AMIGA : Amiga 4000/060 Phase 5 Cyberstorm MK II - Amiga 1200/040 - Amiga 1200/030 - Amiga 600 HD - Amiga 600 Kick 2.05-1.3 - Amiga 500 Plus Kick 2.04-1.3 - Amiga 500 - CD32 SX32 030/ HD Tastiera Mouse - CD32 Base - IcarOS, AspireOS, ArOS Broadway su Acer Aspire One ZG5 - AmigaSYS, AmiKit, AFA OS3 e OS4 Classic Su WinUAE

Gabriele

Post inviati: 1594

Visulizza profilo Messaggio Personale
80.180.173.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; WOW64; rv:52.0) Gecko/20100101 Firefox/52.0
Commento 46 in risposta al 13 di Seiya
Gabriele 18 Aprile 2017    01:58:48
Citazione

si, però come dicevo questa combinazione hardware e software per la titolazione TV era considerato di basso livello (almeno se wikipedia non racconta frottole) e usato in piccoli studi televisioni a livello locale che non potevano permettersi di spendere decine di migliaia di euro di software e hardware professionali.
Io mi ricordo nella mia citta alcune emittenti locali (oggi fallite) che usano l'Amiga.
Come dicevo, Amiga era come gli altri: faceva la sua parte senza essere meglio o peggio.


No, Seyia, stai sbagliando:
http://www.digitanto.it/mc-online/PDF/Articoli/073 _069_074_0.pdf (Amiga in RAI)
http://wigilius.se/amiga/ (utilizzi di Amiga in ambiti importanti)

Avrò anche lasciato Amiga e scelto di ridurre la mia presenza qui, ma quando leggo discussioni sterili basate su idee personali e attacchi gratuiti a persone stimabili, non posso che intervenire e lo faccio portando un po' di fatti.

Amiga classic è stata una macchina importante in ambito lavorativo per molta gente e non era certo considerato "di basso livello". Forse tu non compravi le riviste USA. Io sì, andavo in un'edicola in centro o alla stazione solo per questo e credimi, di articolo e pubblicità di prodotti da usare in ambito professionale ve ne erano a bizzeffe.
La comunità Amiga avrà esagerato in qualcosa, come fa qualsiasi appassionato, ma qui si esagera nell'altro senso.

Post inviati: 104

Visulizza profilo Messaggio Personale
70.239.149.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.133 Safari/537.36
Commento 47 in risposta al 46 di Gabriele
saimon69 18 Aprile 2017    02:08:39
Citazione

La comunità Amiga avrà esagerato in qualcosa, come fa qualsiasi appassionato, ma qui si esagera nell'altro senso.


E come biasimarli! Quando ci si rendeva conto che la macchina su cui te giocavi a Turrican era piu' o meno la stessa su cui la rai faceva i giochi telefonici, alcune TV private facevano degli spot e persino certi giochi da bar giravano,e il raggiungere codesti traguardi era a portata di qualche centone o di sviluppare certe abilita' come non esserne fieri! Era ancora cosa inedita che macchine domestiche venissero usate spesso anche in ambiti professionali di solito irraggiungibili senza grosse spese! Sentivi di aver beccato la strada giusta per un futuro radioso!

-------------------------------------------------- --------

http://scarabocchibinari.ilcannocchiale.it - mio blog online

http://binarydoodles.wordpress.com - blog in inglese

Gabriele

Post inviati: 1594

Visulizza profilo Messaggio Personale
80.180.173.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 10.0; WOW64; rv:52.0) Gecko/20100101 Firefox/52.0
Commento 48 in risposta al 41 di Seiya
Gabriele 18 Aprile 2017    02:22:08
Citazione

L'Amiga l'hanno incominciato a vedere più produttivo quando sono arrivati il 68030, 040, e 060.
Non a casa la NASA si è accorta dell'Amiga solo con l'A4000/40. Prima non lo consideravano nemmeno negli incubi.


Non dovresti limitarti a guardare le foto degli articoli, ma leggerli completamente:
http://obligement.free.fr/articles_traduction/amig anasa_en.php
Hanno scoperto Amiga con il 1000 e usato anche dei 2000.

Pegasus RyuSei Ken

Post inviati: 7341

Visulizza profilo Messaggio Personale
80.180.36.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.133 Safari/537.36
Commento 49 in risposta al 45 di carlo
Seiya 18 Aprile 2017    21:20:01
Citazione


Ti dirò di più per il rendering e per creare effetti visivi per Babylon 5 hanno usato nientepopodimeno che 16 vetusti Amiga 2000, già questo ti fa capire come erano messi male gli altri oltre che essere più costosi, poi come detto non fare confronti dopo il '93 perchè non avrebbero alcun senso.



ma tu hai preso una documentazione spagnola che non riporta la realtà del fatti e la distorce un pochettino.

Ora ti faccio un riassunto di un intervista alla azienda che lavorava agli effetti speciali di Babylon 5

Innanzitutto erano 24 Amiga 2000:
16 di questi erano impegnati nei rendering e non erano semplici A2000:
Ognuno di questi aveva 32 MB di memoria e una scheda con 68040 a 28 Mhz (Fusion 40) e un Toaster
Erano tutti collegati in rete e inviavano i rendering ad un singolo 486 che faceva da server con 12 GB.

Ogni rendering richiedeva 45 minuti, più o meno il tempo che avevano impiegato per altri rendering minori nella puntata pilota

Foundation Imaging (l'azienda che lavorava gli effetti speciali) però non era soddisfatta:
Per loro, la Commodore, come azienda non esisteva..non c'erano nuove tecnologie disponibili e quindi cercavano alternative migliori.
Avrebbero continuato ad usare gli Amiga che avevano pagato caro e pure i Toaster, ma era inammissibile che macchine così potenti impiegassero
così tanto tempo per un rendering lasciando gli animatori a leggersi i fumetti tra uno e l'altro.

Problema Toaster.
Funzionava solo con i computer amiga e bisogna trovare soluzione alternative. Amiga era troppo lento anche così super accelerato.
La soluzione poteva usare una Workstation di Silicon Graphics oppure creare una rete di supporto parallelo Amiga e PC per cercare di accelerare
i tempi di rendering.
Dato che Lightwave richiedeva un Toaster per funzionare, una soluzione interessante era di poter riscrivere il programma per farlo girare su ogni piattaforma e
non per forza solo con Amiga.
C'erano anche delle speculazioni industriali che dicevano che molto presto Toaster avrebbe funzionato su PC. L'azienda voleva anche chiedere alla NewTek di
produrre Lightwave per PC
(dalla storia sappiamo che Lightwave è diventato PC e forse ora scopriamo perchè lo è diventato e non perchè la Commodore è fallita)

Alla fine Foundation Imaging non era molto soddisfatta dell'accoppiata Amiga-Toaster: Volevano infrangere le regole su cosa fare non fare per la televisione.
(questa parte dell'intervista è ambigua - sembra quasi che c'erano delle pressioni ad usare Amiga anche quando non volevano usarla)

Il passaggio più ovvio era Silicon Graphics per alla fine decisero di lasciare perdere il toaster e puntare tutto su PC e Mac per migliore ulteriormente la qualità
della Computer Grafica e usare anche l'Amiga per fare qualche cosa di contorno (ormai ce l'avevano, doveva usarla)

----------------

Io credo che Amiga fu presentata al mondo come rivoluzionaria e molte aziende pensarono di aver trovato la soluzione a tutti i problemi.
La realtà è che si resero conto che il software era molto buono (lightwave + Toaster) ma l'hardware era troppo lento, impossibile da lavorare e così dolenti o nolenti (avranno speso milioni di dollari per i 24 Amiga super accelerati e accessoriati) l'hanno usata.
Ma alla prima occasione l'hanno mollata e hanno chiesto ad aziende Amiga di portare il loro software su PC.
Babylon 5 è stata una beffa. Ha allontanato Lightwave e Toaster dalla piattaforma.


Fonte

Commento modificato il 18/04/2017 alle ore 21:23:58

Post inviati: 104

Visulizza profilo Messaggio Personale
70.239.149.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.133 Safari/537.36
Commento 50 in risposta al 49 di Seiya
saimon69 18 Aprile 2017    21:39:25
Citazione


Babylon 5 è stata una beffa. Ha allontanato Lightwave e Toaster dalla piattaforma.



Non sarebbe successo se la C= avesse tolto il paraocchi e usato la faccenda per rilanciare il R&D e vendere piu' macchine, ma Newtek era sola e - come societa' commerciale - per continuare a vendere non si e' chiaramente ancorata solo all'amiga ma ha anche espanso dove vedeva modo di fare i dindini. Pur non direttamente, Lightwave ha mostrato che un software per macchine domestiche aveva il potenziale di penetrare in segmenti medio/alti della produzione video. In questo avere Amiga come macchina di partenza ha aiutato decisamente.

-------------------------------------------------- --------

http://scarabocchibinari.ilcannocchiale.it - mio blog online

http://binarydoodles.wordpress.com - blog in inglese

carlo

Post inviati: 9720

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.12.250.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; rv:52.0) Gecko/20100101 Firefox/52.0
Commento 51
carlo 18 Aprile 2017    23:39:45
Seiya è inutile discutere con te, ormai si è capito che tu Amiga non lo conosci per niente, tutti gli interventi in questa discussione sono stati fatti da gente seria e competente oltre che grandi conoscitori di Amiga, no per averla sentita come te, ma per averla vissuta. Come diceva Gabriele tutti noi Amighisti a quei tempi seguivamo giorno per giorno tutte le vicissitudini di AMiGA comprando qua e la tutte le riviste che parlavano di Amiga, io una volta al mese andavo a Bari (120 KM) per comprare alcune riviste d'importazione che non si trovavano normalmente in tutte le città, in garage ho ancora centinaia di riviste straniere complete di floppy e CD e tutte le riviste italiane, dico tutte anche queste con relativi floppy o CD.

Dove l'ho sentita : plagimusicali.net

Aros-exec.org - IcarOS Desktop - AspireOS - AROS Broadway - Eab.Abime - Wintricks.it

I miei AMIGA : Amiga 4000/060 Phase 5 Cyberstorm MK II - Amiga 1200/040 - Amiga 1200/030 - Amiga 600 HD - Amiga 600 Kick 2.05-1.3 - Amiga 500 Plus Kick 2.04-1.3 - Amiga 500 - CD32 SX32 030/ HD Tastiera Mouse - CD32 Base - IcarOS, AspireOS, ArOS Broadway su Acer Aspire One ZG5 - AmigaSYS, AmiKit, AFA OS3 e OS4 Classic Su WinUAE

Pegasus RyuSei Ken

Post inviati: 7341

Visulizza profilo Messaggio Personale
80.180.36.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.133 Safari/537.36
Commento 52
Seiya 18 Aprile 2017    23:42:25
Amiga alla fine è diventata un software da usare su PC.
Quello che ho sempre sostenuto e i fatti lo compravano.
Un computer che ha dato l'illusione di cambiare tendenza, ma poi alla prova pratica ha deluso in parte nella Commodore che erano dei dilettanti nella gestione dell'Azienda e in parte nell'hardware che
era inadeguato al software.

@carlo
Ma non negare i fatti e misfatti. da ogni parte saltano fuori come funghi tutti i retroscena dove le aziende non facevano altro che lamentarsi della piattaforma.
Nulla toglie che sia stato un successo come computer casalingo, i suoi milioni di esemplari sono stati venduti, ha portato nelle case di tante gente non professionista un nuovo concetto nell'usare un computer.
Ma per sopravvivere aveva bisogno del consenso delle aziende che non non era soddisfatte e alla prima difficoltà lo hanno messo in disparte.

Citazione
io una volta al mese andavo a Bari (120 KM) per comprare alcune riviste d'importazione che non si trovavano normalmente in tutte le città, in garage ho ancora centinaia di riviste straniere complete di floppy e CD e tutte le riviste italiane, dico tutte anche queste con relativi floppy o CD.


questo che centra?
lo abbiamo fatto tutti. non sei il solo.

Commento modificato il 18/04/2017 alle ore 23:58:45

Post inviati: 915

Visulizza profilo Messaggio Personale
87.21.246.*** Mozilla/5.0 (Linux; Android 7.0; MHA-L29 Build/HUAWEIMHA-L29) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.132 Mobile Safari/537.36
Commento 53 in risposta al 52 di Seiya
GabrieleNick 18 Aprile 2017    23:54:48
Citazione

Amiga alla fine è diventata un software da usare su PC.
Quello che ho sempre sostenuto e i fatti lo compravano.


Non potresti avere più torto di ora. Amiga, per chi l'ha vissuta davvero, è stata la macchina che ha plasmato menti, dato ispirazione, garantito il potere di liberare la nostra fantasia. Accendevi Amiga e ti chiedevi: "cosa voglio creare oggi?". Tutto quello che oggi si può fare normalmente con un PC, all'epoca non era alla portata di tutti. Videotitolazioni, rendering e soprattutto una comunità vasta, affiatata e fiera erano una cosa meravigliosa. Il potere che sentivi aprendo Imagine, Image FX, Deluxe Paint, Lightwave, Scala era incredibile, ti dava alla testa. Sapevi che quella tastiera era molto più di una console, sapevi che non eri il classico "piccista" o "consolaro", sapevi che TU avevi scelto "un'Amiga per amico". Ragazzo mio, la tua aridità mentale mi fa capire quanto tu poco abbia compreso del romanticismo che gira intorno ad Amiga, di quanto metà di noi darebbero un braccio ed una gamba per tornare a quei tempi. Amiga è indissolubilmente legata ad un contesto storico per gli utenti che l'hanno vissuta in gloria e caduta che è, consentitemo di dirlo, epico. Purtroppo non le puoi comprendere perché hai vissuto solo il periodo in cui è stata fatta a pezzi, il periodo in cui una scatoletta anonima superava anche sua maestà 4000. Ma non per questo puoi arrogarti il diritto di fare da giudice, giuria e giustiziere andando a deformare la storia che ha scolpito a lettere d'oro quale meravigliosa rivoluzione multimediale è stata Amiga. Comprendo il tuo punto di vista e lo rispetto ma, nonostante ciò, non lo condivido poiché parli di argomenti a te alieni.

Credo di aver finito.

Commento modificato il 18/04/2017 alle ore 23:56:47


Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Il Webmaster

Post inviati: 2621

Visulizza profilo Messaggio Personale
82.56.152.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; Win64; x64; rv:52.0) Gecko/20100101 Firefox/52.0
Commento 54 in risposta al 49 di Seiya
Mak73 19 Aprile 2017    00:16:47
Citazione

Citazione


Ti dirò di più per il rendering e per creare effetti visivi per Babylon 5 hanno usato nientepopodimeno che 16 vetusti Amiga 2000, già questo ti fa capire come erano messi male gli altri oltre che essere più costosi, poi come detto non fare confronti dopo il '93 perchè non avrebbero alcun senso.



ma tu hai preso una documentazione spagnola che non riporta la realtà del fatti e la distorce un pochettino.

Ora ti faccio un riassunto di un intervista alla azienda che lavorava agli effetti speciali di Babylon 5

Innanzitutto erano 24 Amiga 2000:
16 di questi erano impegnati nei rendering e non erano semplici A2000:
Ognuno di questi aveva 32 MB di memoria e una scheda con 68040 a 28 Mhz (Fusion 40) e un Toaster
Erano tutti collegati in rete e inviavano i rendering ad un singolo 486 che faceva da server con 12 GB.

Ogni rendering richiedeva 45 minuti, più o meno il tempo che avevano impiegato per altri rendering minori nella puntata pilota

Foundation Imaging (l'azienda che lavorava gli effetti speciali) però non era soddisfatta:
Per loro, la Commodore, come azienda non esisteva..non c'erano nuove tecnologie disponibili e quindi cercavano alternative migliori.
Avrebbero continuato ad usare gli Amiga che avevano pagato caro e pure i Toaster, ma era inammissibile che macchine così potenti impiegassero
così tanto tempo per un rendering lasciando gli animatori a leggersi i fumetti tra uno e l'altro.

Problema Toaster.
Funzionava solo con i computer amiga e bisogna trovare soluzione alternative. Amiga era troppo lento anche così super accelerato.
La soluzione poteva usare una Workstation di Silicon Graphics oppure creare una rete di supporto parallelo Amiga e PC per cercare di accelerare
i tempi di rendering.
Dato che Lightwave richiedeva un Toaster per funzionare, una soluzione interessante era di poter riscrivere il programma per farlo girare su ogni piattaforma e
non per forza solo con Amiga.
C'erano anche delle speculazioni industriali che dicevano che molto presto Toaster avrebbe funzionato su PC. L'azienda voleva anche chiedere alla NewTek di
produrre Lightwave per PC
(dalla storia sappiamo che Lightwave è diventato PC e forse ora scopriamo perchè lo è diventato e non perchè la Commodore è fallita)

Alla fine Foundation Imaging non era molto soddisfatta dell'accoppiata Amiga-Toaster: Volevano infrangere le regole su cosa fare non fare per la televisione.
(questa parte dell'intervista è ambigua - sembra quasi che c'erano delle pressioni ad usare Amiga anche quando non volevano usarla)

Il passaggio più ovvio era Silicon Graphics per alla fine decisero di lasciare perdere il toaster e puntare tutto su PC e Mac per migliore ulteriormente la qualità
della Computer Grafica e usare anche l'Amiga per fare qualche cosa di contorno (ormai ce l'avevano, doveva usarla)

----------------

Io credo che Amiga fu presentata al mondo come rivoluzionaria e molte aziende pensarono di aver trovato la soluzione a tutti i problemi.
La realtà è che si resero conto che il software era molto buono (lightwave + Toaster) ma l'hardware era troppo lento, impossibile da lavorare e così dolenti o nolenti (avranno speso milioni di dollari per i 24 Amiga super accelerati e accessoriati) l'hanno usata.
Ma alla prima occasione l'hanno mollata e hanno chiesto ad aziende Amiga di portare il loro software su PC.
Babylon 5 è stata una beffa. Ha allontanato Lightwave e Toaster dalla piattaforma.


Fonte



Io tutta sta storia l'ho sempre presa un po' con le pinze, cioè veramente lightwave in quegli anni riusciva a fare rendering in rete? Ho letto così un po' velocemente e pare che solo nelle ultime versioni riesca a farlo, però magari mi sbaglio.

Citandoti "Amiga fu presentata al mondo come rivoluzionaria" nel 1985 però eh....

Poi "La realtà è che si resero conto che il software era molto buono (lightwave + Toaster) ma l'hardware era troppo lento" questo nel 1992/93, nel frattenpo il marketing Commodore aveva solo più da pubblicizzare i prodotti avversari e poi erano a posto

Parlando di produttività, il fatto che ci fossero diversi programmi di rendering, molti wordprocessor, texeditor, programmi di musica di vario genere, programmi di grafica ecc... vuol dire che qualcuno sto computer lo usava per farci qualcosa no? Perchè altrimenti fare sti programmi, considerata anche la pirateria dilagante di quei tempi? Cioè se fai un PenPal e vedi che non vende, poi non ne fai una seconda versione e vai oltre fino ad arrivare a Final Writer no? Se la ElettronicArts ha sviluppato fino a Dpaint IV che supportava sia l'AGA che il formato HAM8, qualcosa ci avranno visto per valutare di farne ben 4 versioni ti pare?

Pace e bene a tutti.

Post inviati: 3073

Visulizza profilo Messaggio Personale
46.141.23.*** NetSurf/3.6 (AmigaOS,m68k)
Commento 55
amiwell79 19 Aprile 2017    06:36:01
l'amiga e' stato il primo e solo il resto sono solo chiacchere da bar che qualcuno ama fare.

Amithlon Intel Xeon x2 32 bit, 1 Gb ram, 80 Hd, Matrox Graphics

https://soundcloud.com/sabbate

Pegasus RyuSei Ken

Post inviati: 7341

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.24.145.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; WOW64) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.133 Safari/537.36
Commento 56
Seiya 19 Aprile 2017    11:25:34
l'importante è crederci

Post inviati: 915

Visulizza profilo Messaggio Personale
151.0.243.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.3; WOW64; rv:52.0) Gecko/20100101 Firefox/52.0
Commento 57 in risposta al 56 di Seiya
GabrieleNick 19 Aprile 2017    11:50:27
Citazione

l'importante è crederci




Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Post inviati: 243

Visulizza profilo Messaggio Personale
151.53.99.*** Mozilla/5.0 (Linux; Android 6.0.1; Moto G (4) Build/MPJ24.139-23.4) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.132 Mobile Safari/537.36
Commento 58 in risposta al 4 di Seiya
Raffaele 20 Aprile 2017    13:56:12
Citazione

ogni comunità credeva che il proprio computer fosse l'unico e tutto il resto non esisteva. I fan non potevano essere di parte.
Oggi la puoi vedere con neutralità e obiettività perchè si sono fatte certe scelte, scoprire l'esistenza di realtà ai tempi poco conosciute.
In italia e in Europa non c'erano molti media che parlavano di Amiga. Sapevi solo quello che le riviste di davano un mese alla volta. E con
materiale in ritardo di mesi, non ti facevi un idea: compravi sulla fiducia.
In america c'erano trasmissioni scientifiche settimanali dove partecipavano ingegneri, programmatori, CEI che discutevano di queste realtà emergenti.
Amiga, Atari ST, Archimes, Apple II e IBM sono stati analizzati minuziosamente pezzo per pezzo, condensatore per condensatore.

In europa leggevi riviste di parte che dicevano che Amiga stava rivoluzionando l'informatica, mandava l'uomo nello Spazio, realizzavano film di fantascienza.
In America ti dicevano che Amiga era buona per fare certe cose, ma per altre non era assolutamente adatta.


Per favore non dire su Amiga le solite scemate tristi che ti contraddistinguono da innamorato sedotto e abbandonato, che deve parlare male della ex...

Tu confondi la situazione italiana che era terzo mondo informatico con altre nazioni come la Germania l'Inghilterra o i Paesi Bassi dove c'erano a fior di trasmissioni televisive sull' informatica ed elettronica e le trovi pari pari su youtube se vuoi andare a controllare...

e comunque anche queste trasmissioni televisive vanno prese con le molle perché i giornalisti erano ampiamente finanziati dalle solite multinazionali. Philips all'epoca pagò delle cifre assai consistenti ai giornalisti purché non facessero prove comparative fra il CD-I e l'Amigs CDTV.

E comunque mi ricordo anche una trasmissione informatica della Rai che fece un certo tempo ma non ricordo il titolo vuoi ve lo ricordate?
lasciala comunque il tempo che provava perché in Italia non si possono fare prove comparative dei prodotti è la Rai non poteva fare pubblicità gratuita a ditte sul mercato... indirettamente lo faceva, e però...

Citazione

Amiga ha fatto vedere a tutti che era in grado di mostrare bei giochi, fare grafica, fare musica e anche produttività aziendale. Sapeva fare di tutto, ma però non l'hanno mai
focalizzata in una specifica specialità.

Atari ST era già conosciuto per la musica grazie all'interfaccia midi e giochi
I PC si erano specializzati come piattaforme da ufficio (Lotus, World, Excel)
i Computer Apple si erano specializzati nell'editoria: giornali, libri, pubblicazioni a livello professionale

Amiga faceva tutto quello che facevano gli altri, è riuscita ad entrare in alcune aziende, ma è durata poco.


Amiga andava forte in ambito televisivo e scusa se è poco...

Citazione

C'è una trasmisione (sempre in America) di un giornalista scientifico che seguiva Amiga, PC, Mac e tanti altri computer che
spiega perchè per fare il suo lavoro usa un computer Apple e non un altro.


mentre Dvorak scriveva su riviste di alto livello che amica era un gran computer...

http://dallashodgson.info/articles/dvorak.htm

Citazione

Oggi tu puoi vedere con obiettività tutte le realtà non solo Amiga.
Tutti i computer non erano speciali, ognuno faceva la sua parte per migliorare le condizioni di vita e aiutare l'uomo a progredire scientificamente.


E proprio col senno di poi si può vedere obiettivamente quanto Amiga fosse non speciale ma specialissimo dal punto di vista di lasciare libertà all'utente, quello con il minor numero di file per funzionare così che l'utente potesse vedere ad occhio cosa mancava, quello che si faceva a comandare senza comandarti, quello che non ti è andato mai spiando, o obbligando a installare aggiornamenti non voluti.

Decisamente col senno di poi, senza Amiga a livello di computer di mercato, abbiamo perso tantissimo... e ora siamo quattro gatti che difficilmente riusciremo a creare una nicchia che porti avanti la piattaforma in futuro. un domani forse uscirà un altro sistema operativo che avrà successo che lascerà altrettanta libertà all'utente però arrivato alla soglia della cinquantina non credo che lo vedremo nell'arco della nostra vita. possiamo solamente lasciare la testimonianza di Amiga ai posteri affinché imparino a non sbagliare dai nostri stessi errori, e dagli errori delle ditte produttrici, e affinché imparino a costruire un sistema operativo che sia al servizio dell'utente e dove invece l'utente non deve servire lui il sistema operativo, come invece accade oggi.

Commento modificato il 21/04/2017 alle ore 05:05:10


Que viva Amiga!

Post inviati: 243

Visulizza profilo Messaggio Personale
151.53.99.*** Mozilla/5.0 (Linux; Android 6.0.1; Moto G (4) Build/MPJ24.139-23.4) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/57.0.2987.132 Mobile Safari/537.36
Commento 59 in risposta al 13 di Seiya
Raffaele 20 Aprile 2017    14:15:23
Citazione

si, però come dicevo questa combinazione hardware e software per la titolazione TV era considerato di basso livello (almeno se wikipedia non racconta frottole) e usato in piccoli studi televisioni a livello locale che non potevano permettersi di spendere decine di migliaia di euro di software e hardware professionali.
Io mi ricordo nella mia citta alcune emittenti locali (oggi fallite) che usano l'Amiga.
Come dicevo, Amiga era come gli altri: faceva la sua parte senza essere meglio o peggio.



E tirittittì...

a Napoli 16 emittenti locali su 16 usavano Amiga... ho visto il puntatore del mouse di Amiga ancora nel 2005 nel 2007 sullo schermo TV di tele Akery che ancora funziona mi pare... altro che piccola emittente locale fallita...

voi non avete idea di chi fosse Amiga e di come fosse famosa presso i fotografi, e in specialmodo qui al Sud dove si fanno i filmini di matrimonio e si spendono i milioni. l'amica la usavano TUTTI... quando Antonio Piscopo di Computer Service Napoli compro una VLab motion, fece 3 week end di seguito a fare le dimostrazioni per i fotografi... Ne arrivavano 16 alla volta... anche da Roma da Caserta da Salerno...

Peppino di Capri qua Napoli aveva solo lui un intero studio per fare le produzioni video e audio con Amiga, poi nessuno lo aiutava, e Antonio Piscopo lo trovava scocciante che gli chiedeva sempre aiuto per far funzionare i programmi, è un certo punto Peppino di Capri vistosi perso è passato a Macintosh...

e come lui quanti?

centinaia di utenti professionali persi...

e intanto Amiga avuto fortuna solamente come macchina per giochi perché così veniva visto come un erede del Commodore 64 o una console potenziata.

su un milione di Amiga venduti in Italia gli utenti esperti che sapevano bene cosa era la macchina e cosa in grado di fare saremmo stati fra i 5000 e 10.000 non di più...

Nessuno sapeva veramente cosa Amiga era in grado di fare a livello di software, a livello di 3D, a livello di multitasking...

C'è gente che ancora si sorprende che negli anni 90 Amiga da shell era in grado di accedere al web come se fosse una periferica con TCP:

Que viva Amiga!

carlo

Post inviati: 9720

Visulizza profilo Messaggio Personale
79.56.251.*** Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1; rv:53.0) Gecko/20100101 Firefox/53.0
Commento 60 in risposta al 59 di Raffaele
carlo 20 Aprile 2017    14:22:20
Citazione


E tirittittì...

a Napoli 16 emittenti locali su 16 usavano Amiga... ho visto il puntatore del mouse di Amiga ancora nel 2005 nel 2007 sullo schermo TV di tele Akery che ancora funziona mi pare... altro che piccola emittente locale fallita...

voi non avete idea di chi fosse Amiga e di come fosse famosa presso i fotografi, e in specialmodo qui al Sud dove si fanno i filmini di matrimonio e si spendono i milioni. l'amica la usavano TUTTI... quando Antonio Piscopo di Computer Service Napoli compro una VLab motion, fece 3 week end di seguito a fare le dimostrazioni per i fotografi... Ne arrivavano 16 alla volta... anche da Roma da Caserta da Salerno...


Stessa cosa nella mia città ma anche negli altri capoluoghi della Puglia, in passato ho dato una mano a molti fotografi che facevano appunto filmati di matrimonio, nella mia città c'è ancora una vecchissima emittente TV "PugliaTV" che ancora usa AMiGA per le pubblicità e non solo.

Commento modificato il 20/04/2017 alle ore 14:23:39


Dove l'ho sentita : plagimusicali.net

Aros-exec.org - IcarOS Desktop - AspireOS - AROS Broadway - Eab.Abime - Wintricks.it

I miei AMIGA : Amiga 4000/060 Phase 5 Cyberstorm MK II - Amiga 1200/040 - Amiga 1200/030 - Amiga 600 HD - Amiga 600 Kick 2.05-1.3 - Amiga 500 Plus Kick 2.04-1.3 - Amiga 500 - CD32 SX32 030/ HD Tastiera Mouse - CD32 Base - IcarOS, AspireOS, ArOS Broadway su Acer Aspire One ZG5 - AmigaSYS, AmiKit, AFA OS3 e OS4 Classic Su WinUAE

Pagine: -1-2- [3] -4-

Utenti Online
Utenti registrati: 928 dal 1 Gennaio 2006
di cui online: 2 registrati - Oge - cip060 -
15 non registrati

Benvenuto all'ultimo utente registrato: Thedoctor68

Buon Compleanno a frigobit - 

© Amigapage 1998 - 2007 - Sito italiano dedicato alla piattaforma Amiga ed evoluzioni varie.
Struttura del sito interamente ideata e realizzata da Marco Lovera e Alessandra Lovera - Tutto il materiale inserito all'interno del sito Ť dei rispettivi autori/creatori.
E' assolutamente vietata la riproduzione o la manipolazione di tutti i contenuti o parte di essi senza l'esplicito consenso degli amministratori e degli autori/creatori.

Eseguito in 0.13543081283569 secondi