Menù principale
 Notizie
 Grafica
 Forum
 Links
 Retro Trailer
 Recensioni
 Modelli Amiga
 Storia Amiga
 Lista Utenti
 Contatti
Ricerca Google

Indice generale forums
AmigaOS e varianti
Hardware Amiga in generale
Software Amiga in generale
Richieste di Aiuto
Zona libera
Mercatino Amiga
HowTo
Windows
Varie su Amiga
Linux

Login

Nick


Password


                                                                                   
29 Aprile 2005 Postato da: Marco Lovera
WB Tutorial



Il Workbench e le Patch

di Alessandro Marinuzzi
E-mail:
alecos@ltsnet.it

Benvenuti ! In questo
articolo si tenterà, per quanto possibile, di guidare l'utente nella
personalizzazione dell'aspetto grafico di AmigaOS. Tengo a precisare che
l'articolo in questione non vuole essere una guida completa, ma solo un
suggerimento. Prima di iniziare, però, ritengo opportuno fare un piccolo salto
nel passato, per ricordare quelle patch che ormai sono parte integrante del
nostro passato amighista e di cui, in un modo o nell'altro, non riusciamo più a
fare a meno. AmigaOS è il frutto di una incredibile genialità che purtroppo non
è stata spesa doverosamenete anche nell'aspetto grafico, così come ci si
attendeva. A tal punto che la maggior parte degli amighisti furono portati a
pensare che l'interfaccia di AmigaOS non potesse essere modificata, anche se,
nel corso degli anni, fu apportata qualche modifica per renderla un pò più
flessibile. Così, come accade ormai di norma su Amiga, entrarono in gioco alcuni
amighisti che, passando quasi per eretici, tentarono di apportare cambiamenti
all'interfaccia grafica, ove possibile, dando la prova tangibile che AmigaOS
poteva e doveva essere migliorato. Così nel corso degli anni nacquero diverse
patch:


  • 1991 - ARQ che migliora l'aspetto dei requester di sistema
  • 1992 - MagicFileRequester che sostituisce il file requester della asl.library
    con una incarnazione più attraente e configurabile
  • 1992 - PopUpMenu,
    SiliconMenu e MagicMenu che permettono l'apertura dei menu in qualsiasi porzione
    dello schermo, migliorandone anche l'aspetto grafico
  • 1994 -
    AmigaFileRequester che migliora l'aspetto e la funzionalità dei file requester
  • 1994 - SysIhack che permette di avere i bordi delle finestre identici nello
    spessore, ma anche di avere un look 3D
  • 1995 - MCP che offre molte patch tra
    cui la stessa offerta da SysIhack e in più permette di configurare i gadget
    della GadTools.library
  • 1995 - Prop3D che rende tridimensionali l'aspetto
    dei gadget della GadTools.library
  • 1995 - MagicFrames che rende lo spessore
    delle cornici 3D della GadTools.library uniforme
  • 1996 - Urouhack che offre
    le stesse funzioni di SysIhack ma un pò più evolute
  • 1996 - ClassPatch che
    consente di modificare non solo l'aspetto dei gadget della GadTools.library, ma
    anche quelli di sistema con stili differenti
  • 1996 - CenterTitles che
    sposta i titoli delle finestre al centro
  • 1996 - Workbench95 che rende
    le titlebar del WB simili a quelle di Win95
  • 1996 - Popper e NewMenu
    che permettono l'apertura dei menu in qualunque parte dello schermo
  • 1996 - SysIhack2 che offre le stesse funzioni di SysIhack, ma che diversamente
    da questo presenta uno stile leggermente diverso
  • 1997 - VisualPrefs
    che permette la modifica di ogni elemento della GUI AmigaOS
  • 1997 - MRQ
    che sostituisce i vecchi requester di sistema con altri basati su MUI
  • 1997 - Birdie che riempie i bordi delle finestre con immagini bitmap via
    datatypes
  • 1999 - ReqAttack che permette di customizzare ogni singola
    parte dei requester nei minimi dettagli

In questi ultimi anni, con nostra grande sorpresa, sono uscite ben due versioni di
AmigaOS, la 3.5 e la 3.9 che, almeno questa volta, avrebbero dovuto e potuto
porre rimedio a tanti errori del passato. Ma la triste realtà è che ancora una
volta ci troviamo di fronte ad un OS dall'aspetto preistorico ! E' mai possibile
che con tante patch in circolazione non ne abbiano implementata nessuna in modo
nativo all'interno di AmigaOS ? Cosa ci vuole per convincere gli sviluppatori
ufficiali a fornire al nostro AmigaOS un aspetto più moderno e attraente ? O
dovremo passare alla storia per l'OS più brutto in circolazione ? Adesso la
paura maggiore è che il tanto decantato AmigaOS 4.0 si presenti con la stessa
interfaccia grafica di sempre ! Che fare allora ? Una danza propiziatoria per
convincere AmigaOS a cambiare da solo per magia ? Un miracolo ? Fate voi !
L'unica soluzione è aspettare ... aspettare ... aspettare che il nuovo OS 4.0 ci
riporti in cima alla vetta con qualcosa di sorprendente, di bello, di cui poter
andare fieri ! Ma se tutto ciò non dovesse accadere, non disperiamo perchè
qualcuno, come al solito, farà qualcosa di grande per noi, sarà eretico, sarà
folle, sarà un genio, ma così vanno le cose su Amiga. Amiga è una piattaforma
nella quale ogni membro ha sviluppato una incredibile genialità e abilità per
supplire alle carenze degli sviluppatori ufficiali e ciò anche perchè siamo
abituati da sempre ad essere abbandonati a noi stessi ! Comunque la morale di
questa mia invettiva è che nel frattempo dobbiamo saper usare al meglio le pacth
che abbiamo e fare in modo che convivano al meglio sul nostro OS, per cui adesso
ci addentreremo in quelle che sono le particolarità di alcune pacth. Le patch
che esamineremo per il momento sono 4: MagicMenu 2.30, VisualPrefs 1.5,
Birdie2000 e NewIcons 4.6 di cui fino ad ora non abbiamo fatto cenno perchè è
una patch estetica che riguarda solo le icone.



Alcune patch sono da molti criticate ingiustamemte, poichè ritenute colpevoli di crash o di
malfunzionamenti e questo potrebbe anche essere vero; ma la realtà è che spesso
si installano pacth senza averne verificato a priori la compatibilità. Infatti
esistono delle regole che tutti noi dovremmo seguire per installare
correttamente delle pacth, pena indimenticabili crash ! Per prima cosa leggete
la documentazione con molta calma e individuate le funzioni che vengono
patchate, se nel vostro sistema è già presente una patch che esegue le stesse
funzioni è quasi certo che dovrà essere rimossa onde evitare un conflitto.
Installate e provate la patch e se tutto va bene provate a configurarla facendo
attenzione a non abilitare funzioni già patchate da altri hack. Se riscontrate
qualche anomalia e non volete rinunziare alla pacth, allora eliminate
provvisoriamente tutte le altre pacth e riavviate. Se il sistema si presenta
stabile aggiungete una patch per volta e verificate per ogni sessione la
risposta del sistema. Se tutto è OK aggiungete un'altra patch e riavviate e
ripetete questo passo fino a quando non avete individuato la pacth che crea
conflitto e che quindi dovrà essere soppressa. La regola è quella di aggiungere
prima le patch più importanti e poi quelle marginali. Fatta questa doverosa
premessa possiamo passare ad esaminare MagicMenu 2.30.



MagicMenu 2.30



Si tratta di una patch che sostituisce i
vecchi menu intuition con una incarnazione più elegante e più funzionale. Molte
sono le possibili combinazioni offerte da questa pacth. MagicMenu consente
infatti una completa configurabilità sia estetica che funzionale dei menu, per
cui è possibile mantenere i vecchi menu intuition con maggiori funzionalità,
ottenere menu con look 3D, avere menu trasparenti, aprire menu in modo
ritardato, aprire menu in qualsiasi porzione dello schermo, configurare tutti i
colori del menu, controllare la compatibiltà con altre patch, configurare ogni
singolo aspetto delle voci menu (bordo, solco 3D, ombra ... eccetera). Insomma,
MagicMenu è ben fatto ed è pienamente compatibile con le schede grafiche per cui
non ci sono scuse: installatelo ! Adesso vediamo qualche esempio di
configurazione. Attenzione però, perchè certe opzioni hanno effetto solo se
attivate in combinazione con altre oppure se si usano schermi profondi almeno 15
bit. Entriamo quindi nella GUI e selezioniamo look and usage. Da qui
possiamo apportare tutte le modifiche che vogliamo. Per esempio per avere un
look trasparente (il Workbench deve essere impostato ad almeno 15 bit) facciamo
come segue:

  • Usage: Sticky mouse button - rende più plastico
    lo scorrimento dei menu
  • Look: Multicolor 3D - conferisce un aspetto
    3D ai menu
  • Type: Pop-up menu only - abilita la comparsa del menu in
    qualsiasi area dello schermo
  • Mark submenu - rende 3D le freccine dei
    sottomenu
  • Non blocking - il rendering del menu è sicuro
  • Draw frames around menu items - incassa la voce del menu in un solco 3D
  • Cast drop shadows - crea ombra sotto i menu
  • Transparency- rende i menu trasparenti
  • Verify patch e Fix patch - permettono a MagicMenu di convivere meglio con altre pacth





Immagine
Immagine





Purtroppo, è notizia di questi giorni che lo sviluppo di questa patch
è stato terminato per mancanza di tempo e l'autore è in cerca di qualcun'altro
disposto a proseguirne lo sviluppo. Speriamo che qualcuno si faccia avanti
presto, così in futuro avremo altre versioni di questa splendida patch !
Speriamo che MagicMenu non muoia mai !


Per scaricare MagicMenu 2.30 clicca qui: MagicMenu_II.lha


Per scaricare MagicMenu 2.31 clicca qui: MagicMenu_beta.lha

Per scaricare il file di configurazione clicca qui: MM2config.lzx



VisualPrefs 1.5



Questa patch è di gran lunga la migliore e la più completa che sia mai esistita per Amiga. Essa racchiude in se quasi
tutte le patch esistenti. Grazie a VisualPrefs si può modificare ogni singolo
aspetto della GUI. Da sempre abbiamo sperato in una pacth simile e adesso esiste
! Se siete ancora un pò scettici allora dovete dare uno sguardo a questa lista.
Ecco cosa potete configurare:



  • Lo spessore di tutti i quattro bordi delle finestre (anche con gadget)
  • Lo stile dei gadget nella titlebar (MUI/KingCON/ClassAct/DirOpus...)
  • Lo stile dei gadget di sistema (usando anche immagini bitmap)
  • L'altezza della titlebar di finestre e schermi indipendentemente dal font
  • L'aspetto dei gadget proporzionali di GadTools
  • L'esatto aspetto delle cornici 3D di BOOPSI e GadTools
  • L'aspetto dei gadget button, cycle e string disabilitati di GadTools
  • La collocazione dei titoli delle finestre (centrati nella dragbar o titlebar)
  • Un comportamento "pop-up" opzionale per i cycle gadget di GadTools
  • Colori chiaro/scuro diversi per i contorni delle finestre attive o inattive
  • Il colore di riempimento e del testo dei bordi delle finestre inattive




Questa è solo una breve lista di ciò che VisualPrefs può fare. Questa patch non si limita a migliorare il vecchio e
obsoleto look del workbench ma si spinge ben oltre, permettendo all'utente di scegliere tra differenti stili e offrendo al contempo funzioni aggiuntive
davvero interessanti. Ma le caratteristiche più esaltanti di VisualPrefs,
meritevoli di segnalazione, sono la possibilità di caricare immagini bitmap come
gadget alternativi e la totale configurabilità dei menu pop-up per i gadget
cycle. La prima caratteristica permette al nostro OS di diventare completamente
camaleontico ! Grazie a VisualPrefs potrete far si che il vostro Amiga assomigli
nell'aspetto a MACOS, a Unix, a Window o a qualsiasi altro OS. La seconda invece
permette ai cycle gadget l'apertura di menu pop-up centrati, con apparenza 3D,
con apertura ritardata e... trasparenti ! Si, avete capito bene ! Adesso
vediamo nei dettagli come configurare al meglio questi menu pop-up.



Per prima cosa lanciate il programma di preferenze di VisualPrefs (GUI) e selezionate la
voce GadTools, poi selezionate Cycle operando le seguenti modifiche:



  • Aspetto: Stile Fut./Flat - definisce lo stile del gadget cycle
  • Comportamento pop-up: Attesa 15 - imposta un ritardo per l'apertura del menu
  • Centra + ombra - apre il menu lasciando la voce corrente al centro del menu cycle
  • Attivo rientrante - crea un solco 3D attorno alla voce menu
  • Transiente - non blocca l'apertura del menu rendendolo più plastico
  • Parziale + trasp. - limita la larghezza del menu entro il gadget cycle e lo rende trasparente
  • Usa finestra - rende l'uso dei menu molto più sicuro
  • Dur. min. zoom: 0 - imposta il valore minimo di ritardo nel rendering del menu
  • Dur. mass. zoom: 0 - imposta il valore massimo di ritardo nel rendering del menu
  • Num. min. elem.: 2 - numero minimo di voci necessarie per l'apertura del menu pop-up
  • Incr. alt. elem.: 3 - specifica la distanza in altezza tra il testo e il suo campo




Bene ! Non ho intenzione di dilungarmi oltre su VisualPrefs
perchè è davvero completo e trattare in questo articolo tutte le sue
caratteristiche significherebbe fare un libro ! Per cui, per ulteriori dettagli,
vi rimando alla documentazione molto esaustiva e per di più in italiano. Prima
di passare ad altra patch però vi dò un consiglio. Se volete usare VisualPrefs
con Birdie dovete abilitare la voce "Non ottimizzare il rendering dei bordi",
impostare la penna backgrond al colore zero e solo se (in Birdie) usate lo swich
NOBITMAPS dovete creare una varibile ambiente per VisualPrefs chiamta
"BirdieMode" contenente la stringa NOBITMAPS.

Ecco come fare. Aprite la shell e digitate:


SetEnv VisualPrefs/BirdieMode NOBITMAPS


Adesso sempre da shell digitate:

Copy ENV:VisualPrefs
ENVARC:VisualPrefs

Bene ! Fatto ciò non dovete più preoccuparvi di
Birdie.




Immagine



Per scaricare VisualPrefs 1.5j clicca qui: VisualPrefs.lha

Per scaricare i gadget BrushedSteel clicca qui: BrushedSteel.lha




Birdie2000


Questo hack permette di riempire i bordi delle finestre con immagini bitmap che vengono caricate via datatypes !
Naturalmente le capacità di questo hack non si fermano qui ! Con Birdie è
possibile, avere icone con bordo trasparente (funziona meglio della pacth
presente in NewIcons 4.6 !), caricare in modo casuale immagini bitmap diverse
per ogni finestra, settare la precisione dei colori, usare gradienti al posto di
immagini bitmap, usare una serie di effetti per migliorare il look delle
finestre. Insomma, se lo proverete non ne saprete più fare a meno. Adesso
vediamo come usarlo. Per prima cosa vi dò un consiglio. Create la directory
Patterns in Sysrefs/. Inserite nella Startup-Sequence la seguente linea e poi
riavviate:


Assign >NIL: PATTERNS: Sysrefs/Patterns


In questo modo eviterete di digitare una linea comando troppo lunga. Ecco qualche esempio.
Fate conto di avere in PATTERNS: le seguenti immagini bitmap: Birdie01.jpg,
Birdie02.gif, Birdie03.jpg e Birdie04.bmp. Ora proviamo ad usarle con Birdie
lanciando il seguente comando:

C:Birdie PATTERNS:Birdie01.jpg
PATTERNS:Birdie02.gif PATTERNS:Birdie03.jpg PATTERNS:Birdie04.bmp NoIconBorder
FloodMaskMWB ReDrawBitMaps Precision=16

Per interrompere il task
inviate da tastiera un semplice Control-C. Cercate di dare in pasto a Birdie
solo immagini di piccole dimensioni. Bene ! E' giunto il momento di rendere
permanente la modifica inserendo nella User-Startup la seguente linea:


Run NIL: C:Birdie PATTERNS:Birdie01.jpg PATTERNS:Birdie02.gif,
PATTERNS:Birdie03.jpg PATTERNS:Birdie04.bmp NoIconBorder FloodMaskMWB
ReDrawBitMaps Precision=16
Non dimenticate di aggiungere Run NIL:
altrimenti il vostro Amiga si bloccherà aspettando un Control-C che non arriverà
mai e non lanciate mai due volte Birdie. Se poi, per qualunque motivo, volete
terminarlo, lanciate il comando Status che vi dirà quale processo è occupato da
Birdie. Se per esempio Birdie occupa il processo 3, basta lanciare il comando
seguente:

Break Process 3

Naturalmente esiste la possibilità
di creare una linea comando più complessa usando in combinazione molte delle
opzioni che Birdie mette a disposizione. Per maggiori dettagli vi rimando al
documento ufficiale.

Immagine


Per scaricare Birdie2000 clicca qui:
Birdie2000 Home Page
oppure
clicca qui:
Birdie2000.lha



NewIcons 4.6



Questa è una patch estetica che rigurda solo le icone, ma la sua grandiosità sta nel fatto che le icone finalmente hanno
un look veramente professionale. Che emozione quando comparvero le prime icone
MagicWB. Ricordo ancora l'articolo apparso su Commodore Gazzette. Le icone
MagicWB hanno fatto storia su Amiga e noi tutti siamo sempre stati affascinati
da quel look così pulito e perfetto. Nel corso degli anni le icone sono passate
da 8 colori a 16 e noi nel frattempo abbiamo dimenticato quell'orrendo look
imposto da mamma Commodore.
Gli anni trascorsero e nessuna altra modifica fu
apportata alle icone fin quando non apparve una patch all'orizzonte. Si trattava
di NewIcons, una pacth che rivoluzionò il modo di pensare alle icone. Cosa era
successo ? Avevano forse scoperto il segreto della fusione fredda ? No ! Di
meglio, alcuni geniacci si inventarono un nuovo formato per le icone capace di
arrivare fino agli 8 bit di colore ! Si ! Finalmente qualcosa di grande era
stato fatto. Ma la rivoluzione più eclatante riguardava la compatibilità con le
vecchie icone che non venivano sovrascritte ! Incredibile no ? Ma come era
possibile ? Semplice, il nuovo formato icona veniva storato come campi immagine
nei tooltype. La comparsa di questa pacth mise in movimento la comunità Amiga
che si produsse in intere collezioni di icone diverse per stili e colori.
Insomma, per Amiga si aprì un nuovo capitolo.
Qualche anno fa comparve una
variante delle NewIcons denominato GlowIcons. La prima serie di GlowIcons altro
non era che NewIcons totalmente ridisegnate con un nuovo e più accattivante
stile. Lo stile GlowIcons piacque tanto che gli sviluppatori ufficiali Amiga lo
presero come standard per il nuovo OS 3.5 e successivi. Le GlowIcons
presentavano una fanatastica animazione: se cliccate si illuminavano. Grandiso !
Con l'avvento del 3.5 (per merito degli sviluppatori ufficiali) le GlowIcons
hanno subito una trasformazione che le ha rese più belle è più performanti,
tanto che i possessori di AmigaOS 3.0/3.1 (anche se in possesso di scheda
grafica) non sono stati in grado di usarle.
Questa leggera incompatibilità ha
creato due correnti di sviluppo: GlowIcons compatibili con OS 3.0/3.1 (e
successivi) e GlowIcons solo per OS 3.5/3.9. Bene ! Adesso che sapete non potete
non installare almeno la patch NewIcons 4.6. E' giunta l'ora di dare
dimostrazione di affetto al vostro Amiga ... regalategli un vestito nuovo !
NewIcons 4.6, per essere configurato, necessita di ClassAct (un'interfaccia
grafica alternativa). Se abbiamo tutto il necessario possiamo provare a
configurare al meglio tale patch. Lanciamo il programma NewIconsPrefs e
selezioniamo le seguenti voci:


    RTG mode - utile solo se l'opzione Plan2Fast (vedi CyberGraphX) è attiva
  • No Borders - elimina il bordo alle icone (non attivatelo se usate già questa funzione con Birdie)
  • Transp. Dragging - se trascinate le icone diventano trasparenti
  • Depth Promote: All - la patch è attiva su tutti gli schermi
  • Text Outline: Outline - crea un bordo attorno ai font
  • Pen Precision: 0 - rende i colori delle icone più precisi allocando un gran numero di penne



desso non vi resta che aprire il programma Font
(rintracciabile in Sysrefs/) e selezionare la voce "Scelta caratteri icone..."
per i possessori di OS 3.0/3.1 e "Caratteri icone" per i possessori di OS
3.5/3.9. Giunti a questo punto, impostate la voce "Modo:" a "Testo+sfondo" e poi
provate a sperimentare le varie combinazioni di colori. Io vi consiglio di
iniziare provando con testo bianco e sfondo nero. Per concludere vi consiglio di
usare i font helvetica (11) e digitalquill (11) che danno un'ottima resa in
800x600.




Immagine

Per scaricare NewIcons 4.6 clicca qui: NewIcons46.lha

Per scaricare alcuni font clicca qui: SysFont.lzx



Bene ! Adesso non vi resta che cimentarvi nel rendere il vostro
desktop più bello possibile. Con un pò di pazienza e un pizzico di fantasia si
possono raggiungere traguardi inimmaginabili. Per cui... al lavoro !
Quest'articolo termina qui. Spero sia stato di vostro gradimento. Adesso non ci
resta che aspettare con trepidazione il tanto desiderato AmigaOS 4.0 sperando in
qualcosa di grande ! Mi piacerebbe dimenticare tutte le passate vicende Amiga
per guardare a qualcosa di nuovo ma è difficile, molto difficile. Troppi errori,
troppe ambiguità, troppe attese, troppi sogni infranti, troppi anche gli utenti
che ci hanno lasciato per passare ad altre piattaforme. Come è possibile che
tutto ciò non sia stato di insegnamento per alcuni ? (Ogni riferimento è
puramente casuale ?) Basta ! Basta davvero ! Stavolta AmigaOS 4.0 deve stupirci
! Vogliamo il meglio, vogliamo tutto ciò che non ci è stato concesso in questi
anni, vogliamo essere rispettati, vogliamo restare un utenza viva, sempre pieni
di idee, sempre affiatati, perchè Amiga è un simbolo, rappresenta qualcosa di
raro e di prezioso... una filosofia
quasi da tramandare. Siamo una comunità, siamo utenti ma prima ancora delle persone ! Che Amiga non muoia mai !

Commenti: 0  Aggiungi 

Indice: Forum / Recensioni

Utenti Online
Utenti registrati: 902 dal 1 Gennaio 2006
di cui online: 1 registrati - Athlas -
21 non registrati

Benvenuto all'ultimo utente registrato: Amiga135

Buon Compleanno a Maiani - 
© Amigapage 1998 - 2007 - Sito italiano dedicato alla piattaforma Amiga ed evoluzioni varie.
Struttura del sito interamente ideata e realizzata da Marco Lovera e Alessandra Lovera - Tutto il materiale inserito all'interno del sito è dei rispettivi autori/creatori.
E' assolutamente vietata la riproduzione o la manipolazione di tutti i contenuti o parte di essi senza l'esplicito consenso degli amministratori e degli autori/creatori.

Eseguito in 0.07978892326355 secondi